Intesa sui punti nascita, slitta di 3 mesi la nuova rete

Il piano in Sicilia sarà avviato dal 30 settembre 2012. Russo: "Resta valido il principio dei 500 parti all'anno"

PALERMO. "Un'eccellente sintesi che non a caso è stata raggiunta all'unanimità. Era importante far comprendere ai cittadini che il piano di riconversione dei punti nascita, frutto di un lavoro approfondito portato avanti dagli esperti del settore, è stato adottato sulla base di evidenze scientifiche e per garantire la massima sicurezza delle mamme e dei loro figli". L'assessore regionale per la Salute Massimo Russo commenta con soddisfazione l'accordo raggiunto oggi in Commissione sul decreto relativo ai punti nascita.
"La decisione di prorogare di tre mesi, dal 30 luglio al 30 settembre 2012, l'avvio della nuova rete dei punti nascita - aggiunge - potrà essere utile ai direttori generali che avranno
più tempo per provvedere al potenziamento strutturale, tecnologico e organizzativo dei centri di primo e secondo livello".
Per Russo "a questo punto, fermo restando il principio generale dei 500 parti all'anno, sarà più agevole determinare se e quali deroghe apportare". "Nel frattempo porteremo avanti il progetto 'Isole Minori' su cui - conclude - c'é un'intesa di massima con il Ministero che ha garantito appositi fondi con i quali daremo vita a un progetto da 'esportare' nel resto d'Italia".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati