Dina: ho deciso, lascio il Pid

Tre mesi fa si era dimesso da segretario regionale del partito. "Progetto politico oscuro a molti, incomprensibile il sostegno a un governo nazionale che continua a mortificare il sud e la Sicilia"

PALERMO. "Circa tre mesi dopo le mie dimissioni da segretario regionale del Pid ho maturato la convinzione che anche la mia permanenza all'interno di questo stesso soggetto politico non possa più proseguire". Lo dice il deputato regionale Nino Dina, che annuncia di lasciare il Pid.  
"C'é un elettorato che non è riuscito a capire e metabolizzare il senso di un traghettamento affrontato più per fede che per convinzione politica - aggiunge - c'é un progetto politico che non si è dispiegato con chiarezza prospettica e rimane oscuro agli occhi di molti, una realtà virtuale di vertice che non è riuscita a contaminare la base del partito. Appare inesorabile la deriva verso altre formazioni politiche che finiranno per fagocitare un partito mai nato. Inoltre, appare incomprensibile mantenere il sostegno a un governo nazionale che continua a mortificare il sud e la Sicilia in particolare, assenti e taglieggiati nei provvedimenti legislativi a favore degli egoismi della Lega che, avendo negato la crisi per troppo tempo, non riesce a salvaguardare gli interessi del Paese, ritardando interventi di sviluppo e crescita".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati