Mafia, Romano: contro di me falsità

Il ministro: "L'Espresso di questa settimana è una patacca tanto falsa da irritare persino i più bravi pataccari”

ROMA. "L'Espresso di questa settimana è una patacca tanto falsa da irritare persino i più bravi pataccari; sono indeciso se rivolgermi al giudice ordinario, o al nucleo anticontraffazioni dei carabinieri”. È il commento del ministro dell'Agricoltura Saverio Romano a un articolo del settimanale L'Espresso che lo chiama in causa sulla base delle rivelazioni del pentito di mafia Giacomo Greco. E ancora: “La loro macchina del fango al servizio di quella cupola mafiosa che vuole insediare un regime tecnocratico a Palazzo Chigi merita una seria riflessione sullo strapotere dei media e sulla loro capacità distruttiva. Io sono incensurato e non ho mai avuto un processo, l'ispiratore ed editore di quella macchina del fango é un pregiudicato come tanti suoi sodali ed è ossequiato per la sua potenza di fuoco. Come si può consentire a questi indegni della società civile di continuare ad infangare la gente perbene senza che accada nulla?".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati