Tangenti, 4 arresti a Siracusa

SIRACUSA. Un funzionario del comune di Siracusa, il geometra Isidoro Ferrini, 57 anni, e tre professionisti i geometri Giuseppe Genovese, 51 anni, e Alessandro Patricola, 33 anni, e l'architetto Massimo Sipala, 47 anni (che è ai domiciliari) sono stati arrestati con l'accusa di aver falsificato atti per far ottenere sanatorie edilizie a proprietari di immobili in cambio di tangenti. Le indagini sono state condotte dagli investigatori della sezione di polizia municipale della procura che stamane hanno eseguito le ordinanze cautelari del gip.  Per un un altro tecnico-istruttore dell'ufficio sanatoria del Comune il gip ha invece rigettato la richiesta di misura interdittiva: è indagato con ad una decina di persone, per lo più proprietari di immobili che avevano provato ad ottenere la concessione in sanatoria. L'architetto Sipala è il tecnico di una persona che aveva inoltrato una richiesta di concessione ordinaria e che sarebbe stato indotto a versare 1.500 euro - un "caffé" come la tangente era chiamata nelle intercettazioni - per sveltire la pratica. Le accuse, a vario titolo, sono corruzione, falso materiale in atto pubblico e distruzione di documenti pubblici. Gli indagati, secondo l'accusa, utilizzavano vecchie richieste di concessioni edilizie per elaborarne di nuove e distruggevano i documenti originali.  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati