Scarcerato da 10 giorni, arrestato presunto boss a Catania

Eugenio Galea, 67 anni, è stato fermato ieri sera dai carabinieri. Condannato nel 2009 a 16 anni, la prima Corte d'appello ha ripristinato il provvedimento restrittivo

CATANIA. E' stato arrestato ieri sera dai carabinieri di Catania il presunto boss Eugenio Galea, 67 anni, indicato come esponente del Gotha di Cosa nostra. Era stato scarcerato il 3 ottobre scorso su disposizione del Tribunale del riesame sui termini di detenzione dopo che era stato condannato, il primo aprile del 2009, dal Tribunale di Catania, a 16 anni di reclusione per associazione mafiosa. La prima Corte d'appello di Catania, ritenendo non decorsi i termini di custodia cautelare, ha ripristinato il provvedimento restrittivo che è stato eseguito da militari dell'Arma. Eugenio Galea, considerato uno degli uomini di fiducia del capomafia ergastolano Benedetto Santapaola, era stato arrestato l'8 ottobre del 2009 da carabinieri del reparto operativo di Catania che interruppero un vertice tra esponenti di spicco della famiglia Santapaola in una villetta nelle campagne di Belpasso. Assieme a lui furono catturati l'allora superlatitante Santo La Causa, inserito nell'elenco dei 30 ricercati più pericolosi d'Italia; Carmelo Puglisi, che era nella lista dei 100 latitanti di maggiore spessore del Paese; Venerando Cristaldi, fratello di Salvatore, considerato uno dei capi storici della cosca nel rione Picanello; e Sebastiano Laudani, ritenuto ai vertici del clan noto come 'Mussu di ficurinia'', gruppo che è un alleato storico della cosca Santapaola in Cosa nostra etnea.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati