Formazione, triplicato il numero degli enti

Appena due settimane fa quelli accreditati dalla Regione erano 583, oggi sono 1.431. Scoppia il caso proprio quando la Regione indaga sulle assunzioni fatte

PALERMO. Triplica il numero degli enti di formazione in Sicilia. Appena due settimane fa quelli accreditati dalla Regione erano 583, oggi sono 1.431. Il boom arriva proprio nel momento in cui la Regione sta indagando sulle assunzioni fatte da alcuni enti ai quali era stato accordata la cassa integrazione in deroga per il proprio personale.  
Nell'elenco aggiornato degli enti c'é un po' di tutto: da quelli piccoli come 'Liberi e Forti' con sede a Castelvetrano (Tp) a quelli storici con sede nelle grandi città. Ci sono associazioni sportive-dilettantistiche come l'Arca di Noé di Agrigento, comuni, università e ditte individuali. C'é il teatro Stabile di Catania, il consorzio universitario di Trapani, l'Area industriale del Calatino a Caltagirone (Ct) e i comuni di Castronovo di Sicilia, San Biagio Platani (Ag) e Aragona (Ct). E poi il Movimento cristiano dei lavoratori e quello nazionale per l'Educazione integrale dell'uomo nella società con sede a Siracusa.  
Un panorama piuttosto eterogeneo, dunque, di enti e associazioni che concorrono al finanziamento di corsi di formazione con risorse del Fondo sociale europeo (Fse) per circa 1 miliardo di euro in tre anni.
"Gli enti sono numerosi ed è inevitabile - dice il capo di gabinetto dell'assessorato alla Formazione, Nino Emanuele - Si tratta di fondi europei per cui tutti possono partecipare. Sembrerebbe contraddire la politica avviata dal governo per la riforma del settore, ma in realtà si tratta di fondi Ue per cui l'accesso deve essere aperto a tutti". Emanuele ricorda che la legge regionale 24 prevedeva solo la presenza dei cosiddetti enti storici, 240 in totale.     Per il dirigente regionale del Dipartimento Formazione, Ludovico Albert, tuttavia c'e qualcosa che non va. "Mi sembra strano che gli enti inseriti nell'elenco siano triplicati, ci sarà stato un errore". E aggiunge: "Quello dell'accreditamento degli enti è un sistema colabrodo, dovrò procedere a una messa a punto, ma ci vorrà almeno un anno".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati