Madre denuncia rapimento della figlia nel Messinese

MESSINA. Da dieci giorni non ha notizie della figlia di sette anni ed ora si è rivolta ai carabinieri
accusando l'ex marito di avergliela portata via. La donna, una ucraina che vive tra Acquedolci, nel Messinese, ed il Belgio, ha affidato al proprio avvocato, Ernesto Fiorillo, il compito di rendere pubblica la storia con un volantino su cui appare la foto della figlia scomparsa.
All'origine della vicenda vi sarebbero le contese sorte durante la separazione dall'uomo, un settantenne, molto più grande della donna, per l'affidamento della bambina. Tra marito e moglie si è aperta una disputa legale, che si è conclusa un mese fa con la pronuncia del tribunale dei minori di Messina, che ha deciso di affidare la bambina alla madre.
La donna si apprestava a partire, per venire in Italia a riprendersi la figlia, quando ha scoperto che da circa dieci giorni era sparita da scuola. Il legale invita chiunque avesse notizie della bambina a collaborare.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati