Imprese e microcredito, seminario a Messina

MESSINA. “Promozione dell’imprenditorialità e dell’integrazione sociale in Sicilia: la via del Microcredito” è il seminario, organizzato dall’Ente nazionale per il Microcredito (www.microcreditoitalia.org), che si svolgerà da giovedì 13 (a partire dalle ore 15) e venerdì 14 (a partire dalle ore 10) nell’Aula Magna della facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Messina (via dei Verdi) e che s’inserisce in un ciclo di incontri che proseguiranno in tutte le regioni del Mezzogiorno, con l’intento più generale di favorire la migliore “governance” e diffondere le migliori pratiche di Microcredito nelle realtà locali.
Il progetto si fonda, infatti, sulla consultazione ed il coinvolgimento di istituzioni, organismi ed enti che operano nel campo del Microcredito, nell’interesse comune di una maggiore conoscenza del fenomeno che porti anche a valutarne l’impatto in termini di occupazione e promozione dell’imprenditorialità locale.
Il seminario fa parte delle attività che l’Ente nazionale per il Microcredito, su mandato del Ministero del Lavoro, sta svolgendo nell’ambito del progetto denominato “Monitoraggio dell’integrazione delle politiche del lavoro con le politiche di sviluppo locale dei sistemi produttivi relativamente al Microcredito e alla Microfinanza”, che ha lo scopo di dare la più ampia diffusione allo strumento del Microcredito e di monitorare tutte le iniziative che esistono e operano in tal senso sul territorio nazionale e divulgare le migliori pratiche realizzate nelle realtà locali.
Il Microcredito è uno strumento di politica attiva del lavoro, sviluppo locale nelle regioni del Mezzogiorno, lotta alla povertà e di accesso a forme di finanziamento per le fasce deboli della popolazione come giovani donne, cassaintegrati, disoccupati che intendono avviare una microimpresa sia sul territorio nazionale (microfinanza domestica) che nei Paesi esteri (microfinanza per la cooperazione internazionale).
I fondi a disposizione ammontano a 2 milioni 580 mila euro – risorse Pon-Fse 2007-2013 – finanziati dal ministero del Lavoro.  I beneficiari sono soggetti che non sono in grado di offrire garanzie “reali”.
“Con questa iniziativa non vengono finanziati i consumi, ma il lavoro, i fondi possono essere erogati ai soggetti cosiddetti “non bancabili” – spiega il presidente del Comitato nazionale per il Microcredito, Mario Baccini  - e consentiranno di finanziare progetti di impresa che ciascun territorio considererà utili per il suo sviluppo”.
Il finanziamento per ciascun progetto è pari a un massimo di 25 mila euro e i contributi dovranno essere restituiti. “Così facendo – aggiunge Baccini – si crea un circolo virtuoso e nel 2010 secondo i dati Istat, grazie alla nostra azione, in Italia, sono nate oltre 10 mila nuove aziende”.  
Nel corso delle due giornate sarà dato ampio spazio ai promotori delle iniziative di Microcredito attive in Sicilia e alle testimonianze di alcuni beneficiari. Verrà dedicato un Forum alle istituzioni locali e nazionali per riflettere sul Microcredito quale politica attiva strategica per il rilancio dell’occupazione, soprattutto nelle regioni Obiettivo Convergenza. L’iniziativa rientra nell’ambito del Programma Operativo Nazionale Governance e Azioni di Sistema, Obiettivo 1 - Convergenza ed è realizzata attraverso un accordo di collaborazione tra la Direzione generale del Mercato del lavoro del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e l’Ente Nazionale per il Microcredito. Parteciperanno rappresentanti degli enti locali, fondazioni bancarie, istituzioni finanziare, parti sociali e esperti coinvolti nella realizzazione del progetto Monitoraggio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati