Imprese palermitane pronte a rilevare la Keller

Un consorzio con capofila l'imprenditore Giuseppe Prestigiacomo ha manifestato l'interesse nei confronti dello stabilimento di Carini. Sarebbe mantenuta la stessa attività

PALERMO. Un consorzio di imprese, con capofila l'imprenditore Giuseppe Prestigiacomo, sarebbe interessato a rilevare lo stabilimento Keller di Carini, mantenendo la stessa attività, vale a dire la produzione di materiale rotabile. Di questo e delle prospettive per i 223 operai s'é discusso nella riunione congiunta delle commissioni Attività produttive e Lavoro dell'Ars, che hanno ascoltato sindacati e Confindustria.
La Keller ad agosto ha avviato la mobilità per i dipendenti. Nel corso della riunione è emerso che il ministero del Lavoro è disposto a concedere la cassa integrazione in deroga a tutti gli operai a tutela dei livelli occupazionali, la Regione siciliana, invece, a lavorare ad un accordo di programma quadro per il rilancio dell'area industriale.
"Sono stati fatti tre importanti passi in avanti - dice il presidente della Commissione Attività produttive, Salvino Caputo - Confindustria ha dichiarato che c'é la disponibilità da parte di una cordata di imprenditori palermitani a insediarsi nell'area. La Regione è disponibile a lavorare a un accordo di programma e a un contratto di sviluppo, purché prima venga presentato un piano industriale".
Gli imprenditori interessati a insediarsi nell'area garantirebbero una continuità con l'attività produttiva svolta finora. "Nessuno ha parlato di riconversione per Carini - aggiunge Caputo - Nei prossimi giorni ci sarà anche un incontro al ministero del Lavoro per discutere della cig in deroga per i lavoratori del sito. In questo modo - prosegue - ci sarebbe anche il tempo per lavorare a un piano industriale".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati