Sequestrate oltre tremila banconote false: un arresto a Palermo

Al porto la guardia di finanza ha fermato due passeggeri campani sbarcati dal traghetto. I bagagli perquisiti contenevano denaro falso per un valore di 220 mila euro

PALERMO. I finanzieri del Comando provinciale hanno sequestrato, all'alba di oggi, nel porto di
Palermo, 3.900 euro in banconote false, per un controvalore complessivo di 220 mila euro. Una persona è stata arrestata, mentre l'altra è stata denunciata perché disabile. Le Fiamme gialle hanno fermato due passeggeri di origine campana, sbarcati dal traghetto proveniente da Napoli, che avevano chiamato un taxi per uscire dallo scalo. Dopo una perquisizione dei loro bagagli è stato scoperto un grosso plico con banconote da 20, 50 e 100 euro, per un valore complessivo di 220 mila euro (1.400 da 100 euro, mille da 50 e 1.500 da 20).
La falsificazione dei soldi è risultata di fattura particolarmente pregevole, realizzata con una notevole attenzione nel riprodurre le caratteristiche di sicurezza esistenti sulle banconote vere, in modo da ingannare più facilmente. I falsari, oltre a riprodurre la carta filigranata con una consistenza e con rilievi al tatto simili alle banconote autentiche, cercando di realizzare a stampa
l'effetto del 'filo di sicurezza', hanno stampato alcuni micro-caratteri difficilmente visibili a occhio nudo, gli ologrammi, la striscia brillante sui tagli bassi e su quelli elevati, oltre allo stesso colore.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati