Festini, Perla Genovesi: mai tentato il suicidio

ROMA. "Smentisco categoricamente di aver mai detto né tentato il suicidio come erroneamente riportato da alcuni organi di stampa". Lo afferma la 'pentita' Perla Genovesi, che fece ai pm di Palermo il nome di una escort, Nadia Macrì, che avrebbe partecipato a presunti festini hard col presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. La donna, sotto processo a Palermo in abbreviato insieme ad altre cinque persone imputate a vario titolo di traffico e spaccio di droga, ha sempre sostenuto di essere stata infiltrata tra i narcos per conto degli inquirenti.
Quando, due giorni fa, un poliziotto, chiamato a deporre, l'ha contraddetta, sostenendo che l'imputata avrebbe in un'occasione rivelato particolari su un piccolo spaccio, negando, però, che fosse una loro infiltrata, la donna l'ha prima insultato, poi è scappata fuori dall'aula e - secondo quanto pubblicato da alcuni organi di stampa - avrebbe minacciato di scavalcare la balaustra del secondo piano del Palazzo di giustizia. Una ricostruzione che viene adesso contestata dall'imputata. "Ho già dato mandato ai miei legali di intervenire contro questa falsa informazione - afferma - diffido chiunque dal divulgare questa falsa informazione e chiedo di rettificarla".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati