Barista in coma dopo un pugno, aggressore denunciato

Il responsabile, che ha confessato, è un uomo di 40 anni. ll caso a Messina

MESSINA. La polizia ha denunciato a Messina G.F., 40 anni, per lesioni gravi: è l'uomo che ieri ha confessato di aver colpito con un pugno il titolare del bar Marylin di Messina dopo che quest'ultimo aveva rimproverato suo nipote di 14 anni. La vittima è in coma farmacologico: ha un’emorragia celebrale ed è ricoverato nel Policlinico di Messina.    
Secondo la ricostruzione della polizia sembra che il ragazzo avesse chiesto un bicchiere d'acqua al titolare del bar e quest'ultimo borbottando lo avrebbe rimproverato dandogli però l'acqua. Il ragazzino si sarebbe lamentato con lo zio del modo in cui era stato trattato e quest'ultimo è andato nel bar dove è cominciato il litigio col titolare G.G.,di 65 anni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati