Prostituzione a Palermo: fermate 15 lucciole

Blitz tra via Lincoln e piazza XIII Vittime. Adesso si dovrà stabilire se ci siano fenomeni di sfruttamento. Il comandante provinciale dei carabinieri Luzi: "I controlli andranno avanti"

PALERMO. Quindici prostitute, per la maggior parte romene, liberiane e nigeriane sono state fermate per accertamenti la notte scorsa dai carabinieri a Palermo durante un controllo tra le vie Lincoln, Roma, Garibaldi, le Piazze Giulio Cesare e XIII Vittime e corso Umberto. Indagini sono in corso, d'intesa con l'ufficio Stranieri della Questura, per stabilire la loro posizione sul territorio nazionale e per individuare se ci siano fenomeni di sfruttamento.
"I controlli svolti durante la notte - ha detto il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Palermo generale Teo Luzi - si inquadrano nei servizi straordinari di controllo del territorio effettuati dai Carabinieri di Palermo di concerto con le altre forze di polizia per contrastare i diversi fenomeni di degrado urbano in città". "Il fenomeno della prostituzione - ha aggiunto - è tra i più complessi da affrontare poiché coinvolge lo sfruttamento delle donne da parte di bande criminali, la richiesta di clienti certamente di dubbia moralità e, non ultimo, la vita quotidiana dei cittadini disturbati dalle immagini di offerte sessuali sulla strada".   
"Bisogna anche considerare - ha proseguito - che la prostituzione su strada non costituisce di per sé reato, per cui l'attività repressiva può essere condotta solo sullo sfruttamento e sul favoreggiamento". "L'azione dell'Arma - ha concluso Luzi - continuerà impiegando tutti gli strumenti  amministrativi e giudiziari a disposizione, con l'obiettivo di individuare la catena criminale che sottende il giro della prostituzione e nel contempo di da dare serenità ai cittadini che si sentono colpiti da questo fenomeno".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati