Revocata la scorta a Massimo Ciancimino

La decisione dell'Ucis, organismo del Viminale. Sarebbe cessata la situazione di pericolo per i familiari del figlio dell'ex sindaco di Palermo

PALERMO. L'Ucis ha revocato la scorta assegnata mesi fa alla moglie e al figlio di Massimo Ciancimino. La decisione dell'organismo del Viminale dipenderebbe dalla cessazione di una situazione di pericolo per i familiari del figlio dell'ex sindaco mafioso di Palermo. I congiunti di Ciancimino erano stati sottoposti a misure di sicurezza a seguito di alcune lettere anonime con minacce di morte - quella indirizzata al figlio conteneva anche un proiettile - ricevute nei mesi scorsi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati