Punti nascita, in 1.500 in piazza a Lipari

Assessori, consiglieri e cittadini hanno sfilato per le vide dell'isola: "Vogliamo la certezza dalla Regione che la struttura sarà riaperta"

LIPARI. In 1.500 hanno sfilato in corteo, a Lipari, contro il piano di chiusura del punto nascite dell'isola, deciso dalla Regione. Il sindaco Mariano Bruno con la fascia tricolore, assessori, consiglieri comunali, cittadini giunti anche dalle altre isole dell'arcipelago eoliano, dono partito dall'ospedale, dove da due giorni è stato allestito un presidio anche notturno, per percorrere corso Vittorio Emanuele e la banchina di Sottomonastero.
"Alle Eolie - dicono Emanuele Carnevale, Peppe Cincotta, Salvatore Naso e Giacomo Biviano, che fanno parte del cominato contro la chiusura - le manifestazioni di protesta proseguiranno a oltranza fino a quando dalla Regione non arriverà la conferma che il punto nascite sarà riaperto". Il comitato, presieduto dalla partoriente Manuela Soni D'Ambra, originaria di Torino, ha già annunciato che la prossima settimana sarà organizzata una "marcia" a Palermo con presidio davanti a palazzo d'Orleans.
Intanto, al Comune è stata costituita la commissione speciale sanità e lunedì alle 9,30 ci sarà una riunione straordinaria del consiglio comunale. Un pool di avvocati è già al lavoro per presentare un ricorso al Tar.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati