War Horse: Spielberg e un purosangue da Oscar

"Lontano da casa, oltre tutti i
confini, la speranza sopravvive": sono le parole che
accompagnano il primo trailer italiano di War Horse, il nuovo,
atteso film di Steven Spielberg che arriverà in Italia il 20
gennaio dopo essere uscito il 28 dicembre negli Stati Uniti.
Le immagini sono suggestive e eloquenti: uno splendido
purosangue corre a briglia sciolta notte e giorno attraversando
territori sconvolti dalla guerra, scavalcando elmetti e trincee,
mentre alcuni flash back rievocano momenti di pace del passato
in cui il destriero veniva cavalcato da un ragazzo in verdi
praterie.
Il film racconta infatti l'amicizia tra il giovane Albert e
il suo cavallo, bruscamente separati all'inizio della prima
guerra mondiale quando quest'ultimo viene venduto dal padre del
ragazzo all'esercito inglese per combattere in Francia, al
fronte. Come si può immaginare, la speranza che non conosce
confini cui allude il trailer è quella di un ricongiungimento
tra i due: Albert, nonostante la giovane età, parte infatti per
la Francia alla ricerca del suo amico a quattro zampe.
Ispirata ad un romanzo per bambini di Michael Morpurgo
pubblicato in Inghilterra nel 1982 e sceneggiata per Spielberg
da Lee Hall (Billy Elliot) e Richard Curtis (Love Actually),
questa "avventura epica per un pubblico di tutte le età" o,
se si preferisce, questa "indimenticabile odissea
sull'amicizia, la scoperta e il coraggio" - per citare le
definizioni della produzione - è interpretata da Jeremy Irvine
(il ragazzo), Emily Watson (la madre) e Peter Mullan (il padre).
Ma soprattutto, come fa notare ironicamente il sito del
Guardian analizzando il trailer scena per scena, è interpretato
da uno splendido purosangue, vero protagonista della pellicola
che, oscurando un cast di ottimi professionisti, potrebbe
puntare dritto all'Oscar.

© Riproduzione riservata