Le pagelle di Carlo Brandaleone

TZORVAS 6
Il fatto che il portiere rosanero non debba compiere un solo intervento premia la compattezza e l’attenzione della difesa palermitana. Solo una serie di uscite di ordinaria amministrazione.

PISANO 6,5
Tra i protagonisti della partita. Inizia con qualche piccola incertezza, ma nella ripresa quando il Palermo deve difendersi con un uomo in meno fa valere tutta la sua forza atletica e riceve applausi a scena aperta.

SILVESTRE 6,5

Gran «regista» della difesa rosanero. L’intesa con Migliaccio è perfetta, non concede nulla a Calaiò e Destro ed evita in area qualsiasi contatto pericoloso.

MIGLIACCIO 7
Non smette di stupire. Non sbaglia nulla in fase di interdizione e al momento giusto ci mette la testa con straordinario tempismo. Ennesimo gol prezioso, ma tutta la sua prova è da incorniciare.

BALZARETTI 5,5
Peccato, sarà costretto a saltare per squalifica la partita col Milan. Un tempo a buon ritmo, poi viene tradito dai nervi. Reginaldo certamente lo spinge ma un giocatore della sua esperienza non avrebbe dovuto prendere la palla col braccio con l’azione ancora «viva».

BERTOLO 6
Parte a destra, poi va a sinistra, poi Mangia lo tira fuori. La sua generosità è preziosa nella prima parte della gara quando il Siena è arrembante, poi l’argentino va in confusione.

BARRETO 6,5
Uno dei grandi protagonisti del nuovo Palermo. Non è un regista classico, ma tiene il campo sempre con la testa alta, fa correre la palla con buone geometrie e nonostante la gran pressione di Vergassola e Gazzi non va mai in affanno.

DELLA ROCCA 6,5
Sembra che con Barreto giochi insieme da una vita. Invece, soltanto da poche settimane. È l’altro metronomo del Palermo. Il giocatore che deve costruire il gioco senza concedere nulla alle incursioni centrali del Siena. Trova qualche difficoltà a verticalizzare ma anche lui cerca di giocare sempre la palla a terra disegnando buone geometrie.

ILICIC 6
Torna titolare e mostra segnali di crescita. Almeno a fine gara va a festeggiare con i compagni sotto la curva e sembra davvero contento della vittoria. Va recuperato, perchè la sua classe è purissima. Si concede qualche pausa, ma quando ha la palla tra i piedi per il Siena è sempre una minaccia. Si vede chiaramente che fa fatica a partire largo e che cerca regolarmente di accentrarsi.

MICCOLI 6,5
Un tempo intenso. Nel quale mette sulla testa di Migliaccio la palla del gol e sfiora la rete con un bel diagonale. Poi avverte una contrattura al polpaccio e dell’intervallo resta fuori.

HERNANDEZ 7
Un voto alto per la generosità con cui insegue ogni palla. Non è sempre lucido, perde molti contatti spalla con spalla ma è una spina nel fianco della difesa bianconera e a tempo scaduto non sbaglia dal dischetto. Esce dal campo in mutande acclamato dai fans.

ZAHAVI 6
Entra nella ripresa al posto di Miccoli e deve subito adattarsi a centrocampo dopo l’espulsione di Balzaretti. Dà tutto, la sua tecnica è sopraffina ma sbaglia un gol già fatto calciando male sotto misura. Si rifà guadagnandosi il rigore che chiude la gara.

MANTOVANI 6
Entra a freddo al posto di Balzaretti. Fa il suo sulla fascia sinistra, limitando Brienza e Gonzalez. Un debutto fortunato.

ACQUAH sv
Gioca poco ma la sua forza fisica è utilissima sulla fascia destra.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati