Termini, riapre la fabbrica ma parte lo sciopero

Conclusa la settimana di cassa integrazione allo stabilimento Fiat, ma i lavoratori incrociano le braccia per tutto il giorno. Mercoledì un vertice a Roma sul piano della Dr Motors

PALERMO. Dopo una settimana di cassa integrazione, riapre i battenti lo stabilimento Fiat di Termini Imerese, ma gli operai resteranno a braccia conserte per tutta la giornata per lo sciopero di otto ore indetto dai sindacati. "C'e attesa per la riunione di mercoledì al ministero dello Sviluppo economico sui dettagli del piano industriale della Dr Motors - dice il segretario provinciale della Fiom Roberto Mastrosimone - il dissenso è alto tra gli operai e l'astensione dal lavoro è totale". "La nostra protesta va avanti dal 16 settembre - prosegue - e non si fermerà fino a quando non avremo risposte concrete". Davanti i cancelli della fabbrica del Lingotto è in corso un presidio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati