Economia, forte calo delle nuove pensioni

Nei primi 8 mesi dell'anno sono passate da 257.940 a 208.134 (-19,3%). E' quanto emerge da dati Inps. "Incastrati" dalla misura sulla finestra mobile soprattutto i lavoratori dipendenti

ROMA. Forte calo per le nuove pensioni soprattutto grazie agli interventi della manovra 2010: con l'entrata in vigore della "finestra mobile" e dell'aumento di un anno per l'età minima per la pensione di anzianità nei primi 8 mesi dell'anno, le nuove pensioni sono passate da 257.940 a 208.134 (-19,3%).
E' quanto emerge da dati Inps.
Sono rimasti "incastrati" dalla misura sulla finestra mobile soprattutto i lavoratori dipendenti: nei primi otto mesi del 2011 sono usciti con una pensione di vecchiaia solo in 43.221 a fronte dei 68.070 dei primi otto mesi del 2010 (-36,5%) mentre per i coltivatori diretti, artigiani e commercianti i cali sono stati molto meno consistenti (per i commercianti sono state solo 1.000 in meno, tra le 19.829 dei primi 8 mesi 2010 a 18.852 dei primi otto mesi 2011).
 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati