Formazione, la Regione cambia le regole di assunzione

Il provvedimento riscrive completamente le regole per gli enti che hanno bisogno di specifiche figure professionali in modo da poter avviare i corsi nell'ambito del piano formativo 2011. Novità sopratutto per quanto riguarda la cassa integrazione

PALERMO. Dopo le assunzioni da parte di  alcuni enti di formazione nel pieno del processo di gestione  della cassa integrazione in deroga e su cui sono in corso  indagini da parte della Regione, l'assessorato all'Istruzione  corre ai ripari, annullando la vecchia circolare del 23  settembre sul «ricorso al personale posto in cassa integrazione  in deroga», la cui formulazione potrebbe avere creato qualche  falla nel sistema. Con la nuova circolare, firmata ieri  dall'assessore Mario Centorrino e dal dirigente generale del  dipartimento Ludovico Albert, l'assessorato prova a mettere un  pò d'ordine.     Il provvedimento riscrive completamente le regole per gli  enti che hanno bisogno di specifiche figure professionali in  modo da poter avviare i corsi nell'ambito del piano formativo  2011.    


La vecchia circolare prevedeva che tutti (senza distinzione)  gli enti in cerca di personale potevano rivolgersi agli enti che  hanno fatto ricorso alla Cig, inviando una semplice email, per  verificare la presenza nel bacino dei lavoratori in cassa  integrazione delle figure professionali necessarie; se entro  dieci giorni non fosse arrivata alcuna risposta, l'ente poteva  «attivare contratti di prestazione professionale  specialistici».      Adesso con la nuova circolare, che arriva cinque giorni dopo  la prima e dopo le polemiche sulle assunzioni, l'asesssorato  stabilisce un percorso differente. Intanto «gli enti di  formazione per i quali sono state attivate le procedure di cassa  integrazione in deroga dovranno presentare immediatamente agli  uffici provinciali del lavoro comptetenti per provincia appositi  elenchi recanti ogni necessaria informazione in ordine ai  profili di inquadramento relativi al proprio personale posto in  cig».


Gli enti che non hanno attivato la Cig per i propri  dipendenti e che intendono assumere figure professionali assenti  in organico nell'ambito del Prof 2011 «potranno avanzare  richiesta agli uffici provinciali del lavoro di personale postro  in cassa integrazione in deroga che ha reso dichiarazione di  disponibilità con la possibilità di procedere all'assunzione  temporanea dello stesso nel caso in cui il loro profilo  professionale corrisponda a quello richiesto».     «Trascorsi i 5 giorni - si legge nella circolare -  dall'avvenuta comunicazione a seguito di risposta da parte degli  uffici provinciali del lavoro, l'ente di formazione richiedente  potrà avviare contratti di prestazione professionale  specialistici». 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati