Fiat, Romani: "I dipendenti di Termini saranno ricollocati"

il ministro dello Sviluppo Economico al termine dell'incontro con Invitalia, Regione Sicilia e le rappresentanze sindacali, sul futuro dello stabilimento: "Incontro importante, ora un vertice con Dr Motor nei prossimi giorni"

ROMA. "E' stata una riunione importante  che ha avuto un esito positivo: si è fatto un altro passo  avanti". Lo ha detto il ministro dello Sviluppo Economico,  Paolo Romani, al termine dell'incontro con Invitalia, Regione  Sicilia e le rappresentanze sindacali, sul futuro dello  stabilimento Fiat di Termini Imerese.     "Ora con i sindacati verificheremo la composizione e  l'anzianità dei lavoratori", spiega Romani, precisando che "i  sindacati hanno chiesto un incontro con Di Risio per verificare  la bontà del piano industriale". Un incontro che potrebbe  avvenire a breve: "noi - dice Romani - abbiamo dato la  disponibilità, anche per i prossimi giorni".    

Il ministro ha poi spiegato che attualmente i dipendenti  dello stabilimento siciliano di Termini Imerese sono 1566 più  l'indotto diretto e indiretto stimato in qualche centinaia di  persone. Degli oltre 1500 operai, 1312 verranno assorbiti da Dr  Motor, mentre la parte restante, dalle altre aziende.     "Noi - ha concluso il ministro - riteniamo di aver fatto un  buon lavoro, ora spetta ai sindacati assumersi le  responsabilità di ritenere l'accordo positivo". 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati