Maltempo e allagamenti a Palermo

La pioggia, iniziata alle 9 di stamani è durata circa 20 minuti. Strade allagate, centralino intasato e traffico impazzito. Aeroporto chiuso per 40 minuti. Ad Agrigento si ribalta un tir

PALERMO. Centralino dei vigili del fuoco intasato, traffico in tilt e una città sprofondata nel caos. Così si è svegliata oggi Palermo, con un violento nubifragio che si è abbattuto per le strade del capoluogo siciliano intorno alle 9 di stamattina. La pioggia, fortissima e con raffiche di vento, è durata solo una ventina di minuti. Poi la situazione è tornata alla normalità. Il breve acquazzone, però, è bastato per mandare la città in tilt. “Alberi e cartelloni caduti, strade allagate – spiegano dal comando dei pompieri -  tombini trasformati in “fontane” d'acqua, cornicioni pericolanti, auto bloccate nei sottopassaggi e traffico impazzito in numerose strade”.
Disagi anche all'aeroporto Falcone-Borsellino di Palermo, che è stato chiuso dalle 8.30 alle 9.08. Il tornado, che si è abbattutto sulla città provocando diversi danni, ha sollevato un "Falcon 2000" parcheggiato nell'area di sosta; l'aereo è finito contro due auto, una della polizia e l'altra dei pompieri, vicino la casermetta dei vigili del fuoco. Nessun problema, invece, per la rimessa dei mezzi di soccorso che hanno operato regolarmente.
A causa della pioggia intensa, inoltre, si è verificato ad Agrigento un incidente stradale che ha coinvolto quattro autovetture e un tir che si è ribaltato. E' accaduto lungo la statale 115 all'altezza del bivio per Realmonte. Non ci sono feriti. La strada è però chiusa in entrambi i sensi di marcia e il traffico deviato sulle strade provinciali.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati