Certificazione antimafia, Maroni: "Non si tocca"

Lo dichiara il ministro dell'Interno commentando la proposta del ministro Brunetta. "E' indispensabile per combattere la criminalità organizzata"

ROMA. "La certificazione antimafia non può essere modificata perché è uno strumento indispensabile per combattere la criminalità organizzata e, in particolare per contrastare le infiltrazioni malavitose negli appalti pubblici".
Lo dichiara il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, commentando la proposta del ministro Brunetta.
Il governo, del resto, ricorda Maroni, "ha appena approvato il Codice delle leggi antimafia che ha riscritto la normativa sulla certificazione antimafia per renderla più efficace e rapida, venendo incontro anche alle richieste del mondo delle imprese".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati