Caseificio confiscato assegnato al Comune di Monreale

MONREALE. Un caseificio confiscato al boss Giuseppe Bommarito domani sarà assegnato al comune di Monreale da parte dell'agenzia nazionale per i beni sottratti alla mafia. Alla sigla del decreto di consegna, vi prenderanno parte, il vicesindaco Salvino Caputo che ha anche la
delega ai beni confiscati alla mafia, il presidente del Consorzio Sviluppo e Legalità e sindaco di Roccamena Salvatore Graffato, il direttore Lucio Guarino, il presidente della Crias Rosario Alescio, il commissario dell'Ircac Antonio Carullo e felice Coppolino dell'Unicoop. Al termine dell'incontro il vicesindaco Caputo, presenterà le iniziative ed i progetti previsti per l'utilizzo di questa struttura che sarà immediatamente resa produttiva grazie ai finanziamenti previsti
dal Ministero dell'Interno. "Così come avvenuto per numerosi beni confiscati - ha detto Caputo - che sono diventati il simbolo della legalità, anche questo bene sarà immediatamente
reso produttivo e creerà sviluppo e occupazione per i giovani".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati