Amao: "Anche la Sicilia probabilmente sarà declassata"

"Il rating dell'Isola da parte di Standard & Poor's sarà abbassato, ma non vi è certezza", dice l'assessore regionale all'Economia durante un forum sul debito regionale e la ricaduta della manovra

PALERMO. «Anche la Sicilia subirà il  declassamento del rating da parte di Standard & Poor's». Lo ha  detto l'assessore regionale all'Economia, Gaetano Armao, durante  un forum sul debito regionale e la ricaduta della manovra sulla  Sicilia che si è svolto al Centro Pio La Torre di Palermo.     


L'assessore ha sottolineato che «è necessaria una  finanziaria di svolta non solo per il risanamento dell'economia,  ma anche per l'investimento e per la crescita. Tengo comunque a  sottolineare che la situazione debitoria è sotto controllo».      I 5 miliardi di debito sono dovuti, ha spiegato, «per la  metà al risanamento del sistema sanitario, e per l'altra a  spese di investimento. Per rientrare dal debito stiamo mettendo  in atto vari provvedimenti come quello dell'annullamento in  autotutela dei contratti swap che presentano irregolarità e che  le banche non vorranno rivedere».       Per Antonello Cracolici, capogruppo Pd all'Ars, «in questi  anni abbiamo assistito al disimpegno delle politiche pubbliche  in Sicilia. Aziende come Fs, Anas, Fincantieri hanno ridotto la  capacità di spesa. E sulle risorse comunitarie, lo Stato ha   destinato appena il 20% dei fondi previsti per la  regione» 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati