Miceli, confermata la condanna

Sei anni e sei mesi in appello per l'ex deputato regionale dell'Udc per concorso in associazione mafiosa. La difesa annuncia ricorso in Cassazione

Sicilia, Cronaca

PALERMO. La sesta sezione della Corte d'Appello di Palermo ha confermato la condanna a 6 anni e 6 mesi per Domenico Miceli, ex assessore comunale e deputato regionale dell'Udc, imputato di concorso in associazione mafiosa.
La Cassazione, pur ribadendo la condanna, aveva rinviato il processo ad un'altra sezione della corte d'appello di Palermo perché rideterminasse la pena da infliggere all'ex politico
tenendo contro delle circostanze attenuanti generiche. Miceli è stato condannato in primo e secondo grado nell'ambito del processo nato dalle intercettazioni effettuate a casa del boss Giuseppe Guttadauro, che portò poi all'incriminazione anche dell'ex presidente della Regione siciliana Salvatore Cuffaro. La difesa dell'ex politico ha annunciato che farà ricorso in Cassazione, dopo il deposito delle motivazioni, contro la sentenza della corte d'appello.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati