Il tram a Palermo, fine lavori spostata al 2016

La proroga è stata decisa dal responsabile unico dell’opera: l’ingegnere Domenico Caminiti. E il Comune vuole rimuoverlo in quanto è anche l'unico candidato al posto di direttore dell'Amat. Pd: concorso da annullare

PALERMO. Fine dei lavori spostata dal 2013 a metà 2016. Si allunga così di quasi due anni e mezzo l’attesa per l’arrivo del tram a Palermo. La proroga, concessa all’impresa (la Sis) per la conclusione della realizzazione delle linee tranviarie della città, è stata decisa dal responsabile dell’opera: l’ingegnere Domenico Caminiti. Il Comune, però, è contro questa decisione e adesso vuole rimuovere l’ingegnere, responsabile unico del procedimento (Rup).
Il direttore generale del Comune, Gaetano Lo Cicero, infatti, ha chiesto alla stazione appaltante – l’Amat – di sostituirlo. Vicenda complicata anche per il fatto che Caminiti, in questo momento, è l’unico candidato interno che concorre alla carica di direttore generale dell’Amat. Caminiti ha vinto la prova  per titoli e adesso aspetta di sostenere il colloquio, che avverrà davanti alla commissione in cui sarà presente proprio Lo Cicero. “Il concorso andrebbe annullato – dichiara Maurizio Pellegrino, del Pd - per la situazione di incompatibilità del direttore generale con il ruolo di componente della commissione esaminatrice”.
Caminiti, intanto, ha deciso di non replicare; ma sembra che abbia ricevuto l’appoggio degli uffici regionali dato che il Rup ha il potere di prendere decisione importanti di questo tipo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati