Palermo, gruppo di precari occupano ufficio scolastico

Protestano contro i tagli della riforma Gelmini e denunciano che l'anno scolastico si aprirà nel caos perchè gli incarichi agli insegnanti di sostegno saranno assegnati in ritardo

PALERMO.  Un gruppo di precari della scuola ha occupato il terzo piano dell'ufficio scolastico regionale di via Fattori a Palermo per protestare contro i tagli della riforma Gelmini. I precari denunciano che l'anno scolastico, ufficialmente al via il 15 settembre in Sicilia, si aprirà nel caos.
"Ieri il ministro Gelmini - dice Salvo Altadonna, docente di sostegno precario - ha dichiarato che l'anno scolastico sarebbe partito senza problemi siamo qui per smentire le sue dichiarazioni". "Affermo - prosegue - che non era mai avvenuto che gli incarichi agli insegnanti di sostegno venissero assegnati dopo l'inizio dell'anno scolastico. La prima convocazione è fissata per il 19 per le scuole medie, ne è prevista un'altra il 28. Questo significa che non prima del 1 ottobre questo personale prenderà servizio". Il comitato dei precari nei giorni scorsi ha inviato una lettera al ministero dell'istruzione in cui chiedeva l'assegnazione per Palermo e provincia di 650 posti in deroga per il personale docente e Ata. "La risposta - conclude Altadonna - è stata solo di 150 posti per tutta la Sicilia è chiaro che così si compromette il regolare svolgimento delle lezioni e non si garantisce il diritto allo studio agli studenti più deboli".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati