Fiat, Termini: assemblea-sciopero indetta per oggi

La decisione presa dal consiglio di fabbrica. "Al momento i progetti del dopo-Fiat - dice il segretario della Fiom di Palermo, Roberto Mastrosimone - non danno garanzie a tutti i 2.200 operai"

PALERMO. Il consiglio di fabbrica dei delegati Fiat e delle aziende dell'indotto, riunito a Termini Imerese (Pa), ha indetto un'assemblea-sciopero con sit-in oggi alle 6 davanti ai cancelli dello stabilimento. Fim-Fiom e Uilm, inoltre, hanno proclamato lo stato di agitazione del personale, preoccupato per il futuro della fabbrica che Fiat ha deciso di chiudere a fine anno.   
Quello di oggi è il primo giorno di lavoro alla Fiat dopo un lungo periodo di stop, cominciato il 29 luglio e scandito da fasi di cassa integrazione e giorni di ferie. "Al momento i progetti del dopo-Fiat - dice il segretario della Fiom di Palermo, Roberto Mastrosimone - non danno garanzie a tutti i 2.200 operai di Fiat e dell'indotto e il percorso intrapreso è pieno di incertezze, a cominciare dai lunghi periodi di cassa integrazione che si profilano per centinaia di lavoratori dato che il piano del gruppo Dr prevede di assorbire 1.312 operai ma soltanto nel 2016". L'assemblea dei lavoratori si pronuncerà anche su eventuali iniziative di lotta.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati