Mangia: io, allenatore precario, continuo così

Il tecnico del Palermo commenta così ai microfoni di Radio Anch'io sport il successo contro l'Inter. "Zamparini? Non l'ho ancora sentito"

Sicilia, Qui Palermo

ROMA. "Mi hanno detto tutti che sono un allenatore precario, un allenatore a tempo, una soluzione ponte. Io ho detto che andavo a giocarmela con l'Inter e poi avrei fatto le mie considerazioni. Continuo così". L'allenatore del Palermo, Denis Mangia, subentrato all'esonerato Pioli poco più di una settimana fa commenta così, ai microfoni di “Radio Anch'io sport” il successo contro l'Inter.
"Quando sono arrivato ho chiesto che non ci fosse del pessimismo preconcetto. Tocca a noi ricreare entusiasmo. Ieri abbiamo fatto una grande partita ma ora dobbiamo pensare alla prossima con l'Atalanta. Non è mio modo di pensare su cose a lunga scadenza facendo calcoli o dichiarando obiettivi pensiamo una partita per volta". "Abbiamo preparato la gara pensando che loro avrebbero giocato a tre dietro - prosegue Mangia - Mi aspettavo le scelte che sono state fatte. L'abbiamo preparata e giocata bene. Abbiamo fatto qualche errore ma l'abbiamo compensato con grandissimo spirito e grandissima corsa. L'Inter? Faccio fatica a guardare la mia di squadra, sono agli inizi, preferisco pensare a quello che abbiamo fatto noi. Sono qui da poco, ho cercato di dare alla mia squadra pochi concetti ma chiari. Zamparini? Non l'ho sentito".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati