Mangia: "Contro l'Inter ci vogliono grandi motivazioni"

Queste le parole del tecnico del Palermo al debutto in campionato contro i nerazzurri. "E' la mia partita più importante, ma solo perché è la prossima"

PALERMO. "Se quella contro l'Inter è la partita più importante della mia carriera? Lo è senz'altro, ma solo perche è la prossima. Contro i nerazzurri ci vorranno grandi motivazioni". E' uno dei passi della conferenza stampa di Devis Mangia, allenatore del Palermo. "Abbiamo lavorato su diverse situazioni di gioco, abbiamo a disposizione delle alternative - ha aggiunto il tecnico ingaggiato da Zamparini al posto di Pioli -: per la partita di domani (oggi, ndr) gli indisponibili saranno solo Simon, Budan, Rubinho e Di Matteo".   
Mangia ha inoltre aggiunto di non essere in grado di scegliere fra Milito e Pazzini, aggiungendo che "si tratta di giocatori fortissimi". "Ho chiesto disponibilità alla squadra - ha fatto notare - e l'ho ricevuta. Abbiamo parecchio lavoro da svolgere, ma sono contento del modo di porsi di tutti. "Lo scetticismo si può combattere e sconfiggere con una sola arma: il lavoro", ha detto Devis Mangia. "Alla fine, come sempre, sarà il campo a parlare - ha aggiunto -. I calcoli, nel calcio, non servono a niente e poi io non li so fare: in questo momento non m'interessano, perché penso solo all'Inter. Come giocherà il Palermo? Non importa, quel che conta è la disponibilità dei giocatori al sacrificio".    "Sicuramente - ha sottolineato - potrei essere un po' emozionato, ma in questo momento non ci penso. L'Inter è una grande squadra, che ha tantissima qualità, noi cercheremo di disputare un match all'insegna dell'intensità. E' importante saper interpretare la partita".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati