Sicilia, Cronaca

Palermo, assaltato un centro scommesse: è morto il rapinatore ferito

E' successo ieri sera nel punto "Eurobet" del villaggio Santa Rosalia. Nel tentativo di svuotare la cassaforte i due delinquenti hanno avuto una colluttazione con una coppia. Colpito alla testa con un estintore, Renato Di Blasi. Inutili i tentativi di tenerlo in vita, è morto ieri a tarda sera

PALERMO. Nulla da fare per Renato Di Blasi, 49 anni, colpito alla testa con un estintore mentre con un complice stava rapinando un un centro scommesse a Palermo. Inutili i tentativi di tenerlo in vita da parte dei medici: Di Blasi è morto ieri intorno alle 22.
L'episodio è accaduto martedì sera, quando due rapinatori per svuotare la cassaforte del centro scommesse "Eurobet" di via San Raffaele Arcangelo, al villaggio Santa Rosalia hanno ingaggiato una forte colluttazione con una coppia che stava facendo le pulizie. Nello scontro ha avuto la peggio Renato Di Blasi, uno dei due rapinatori, colpito alla testa con un estintore Ricoverata, ma per escoriazioni e lievi ferite, anche la coppia aggredita.
Il rapinatore è stato operato alla testa nel reparto di rianimazione dell'ospedale Civico. Erano le 22 circa quando due persone con una calza di nylon sul volto e, sembra, armate di coltello hanno fatto irruzione all'interno dell'agenzia. Hanno aggredito L.G. di 39 anni e minacciato la compagna, V.L., 19 anni. Volevano obbligarli a consegnare le chiavi della cassaforte che gli addetti alle pulizie non avevano. A questo punto i due rapinatori hanno aperto i cassetti del bancone, che non erano chiusi a chiave, e hanno prelevato circa duemila euro in contanti. Ma non si sono contentati del bottino. Prima di allontanarsi i due banditi hanno strappato all'uomo il portafogli e il telefono cellulare. Uno dei due è poi tornato indietro per "punire" la vittima che, gridando, cercava di richiamare l'attenzione di qualcuno. L'uomo si è però difeso scaraventando un estintore in testa a uno dei rapinatori. L'altro è riuscito a fuggire prima dell'arrivo dei carabinieri.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati