Gela, donna aggredita da un branco di cani

Una quarantottenne è stata attaccatta da un gruppo di otto randagi mentre si trovava in spiaggia. A salvarla l'intervento degli altri bagnanti. Per lei solo ferite lievi alle gambe

GELA. Una 48enne di Gela è  stata aggredita da un branco formato da otto cani randagi,  mentre prendeva il sole sulla spiaggia di uno stabilimento  balneare in contrada 'Macchitella', alla periferia ovest della  cittadina del nisseno. Gli animali l'hanno morsa alle gambe,  causandole ferite che i medici del pronto soccorso dell'ospedale  di Gela hanno dichiarato guaribili in sette giorni. A  scongiurare ulteriori danni fisici alla donna hanno provveduto  altri bagnanti, il cui intervento provvidenziale ha permesso di  mettere in fuga i randagi. Sul posto sono intervenuti i  carabinieri e un'ambulanza del 118.     La donna, dopo le prime cure, è stata dimessa. Già altre  volte, nel corso dell'estate, si erano verificati episodi di  tentata aggressione di bagnanti da parte di cani, probabilmente  appartenenti allo stesso branco. Ma le vittime sono riuscite a  evitare danni, gettandosi in acqua. I carabinieri stanno  cercando di appurare eventuali responsabilità a carico degli  amministratori comunali, cui spetta ogni intervento per  sconfiggere il randagismo. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati