Tremonti sulla manovra: "Inevitabili errori in soli 4 giorni"

Il ministro dell'Economia è tornatao a parlare a Cernobbio: "Quel provvedimento di agosto fu fatto con una complessità interna di fabbricazione del provvedimento maggiore di quanto uno possa immaginare"

CERNOBBIO (COMO). "Nel fare un provvedimento in quattro giorni puoi fare degli errori". Lo ha detto il ministro dell'Economia Giulio Tremonti  parlando a Cernobbio della manovra presentata all'inizio di agosto. "Quel provvedimento di agosto fu fatto in quattro giorni con una complessità interna di fabbricazione del provvedimento maggiore di quanto uno possa immaginare", ha sottolineato. "Non voglio fare l'avvocato di nessuno - ha sostenuto poi Tremonti - mi è stato detto come mai nell'accorpare le feste non avete pensato al 2 giugno, al 25 aprile e al primo maggio. Come è che non ci avete pensato? Non ci abbiamo pensato. Pensavamo - ha spiegato - che fosse importante scrivere una norma sull'accorpamento e che poi ci fosse spazio per il decreto che definisce le date per dare spazio a questo. Non era, confesso, centrale nell'economia di una manovra da decine di miliardi in quel momento. Dovendo fare una norma abbiamo fatto la norma che accorpava le festività con dentro anche l'election day. Però, è un errore: ammetto - ha concluso - è un errore".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati