Sorpreso a intascare il pizzo, arrestato nel Messinese

Arrestato dai carabinieri a Terme Vigliatore Salvatore Campisi, 25 anni, figlio di Agostino, appartenente al clan dei Barcellonesi. Decisiva la denuncia del commerciante taglieggiato

TERME VIGLIATORE. I carabinieri  hanno arrestato a Terme Vigliatore (Me) Salvatore Campisi, 25  anni, dopo che il giovane aveva intascato cinquecento euro da un commerciante per un'estorsione. L'indagato, già condannato per lo stesso reato aggravato dal  metodo mafioso a 3 anni e 8 mesi di reclusione nell'ambito del  processo Vivaio, è considerato dagli investigatori un giovane in  ascesa nel mondo criminale ed è il figlio di Agostino Campisi,  appartenente clan dei Barcellonesi. 
Secondo i militari Salvatore Campisi aveva sostituito il padre nelle richieste di pizzo ai commercianti locali. Il giovane prima ha fatto ritrovare una bottiglia incendiaria davanti all'ingresso di un esercizio commerciale cittadino e poi é andato dal titolare promettendogli protezione da parte del clan dei Barcellonesi se avesse pagato il pizzo. Avrebbe poi  minacciato il commerciante che non voleva pagare affermando che se non avesse fatto quello che diceva gli avrebbero bruciato il  locale. Gli ha poi assicurato uno sconto su quanto doveva pagare  viste le sue difficoltà economiche. La vittima prima ha fatto finta di collaborare e  poi ha avvertito i carabinieri. Questi ultimi hanno teso una trappola all'uomo e ieri dopo che lui ritirato la busta lo hanno bloccato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati