Palermo, Faraone lascia il consiglio comunale

Il capogruppo del Pd si dimette. “Lo faccio per preparare al meglio la mia candidatura a sindaco”

PALERMO. Davide Faraone, capogruppo del Pd al Comune di Palermo, e deputato regionale, si dimette dal Consiglio comunale. Comunica la notizia attraverso twitter e comincia la campagna per la corsa a sindaco di Palermo. "Si chiude una porta, si apre un portone. Addio Sala delle Lapidi, destinazione Villa Niscemi. A Palermo lo strappo della nuova generazione", scrive su Twitter. "E' finita un'era - dice Faraone - Si è ormai conclusa la disastrosa esperienza Cammarata che in 10 anni ha fatto retrocedere Palermo negli ultimi posti in tutte le classifiche: ultima per qualità della vita, ultima per efficienza dei servizi, ultima per spese sociali, ultima per sostenibilità ambientale, ultima per iniziative culturali, ultima per opportunità economiche e lavorative. Dal 2001 ad oggi - aggiunge - siamo stati all'opposizione. Abbiamo fatto quello che gli elettori e le elettrici avevano chiesto a me e agli altri partiti del centrosinistra: controllare l'amministrazione Cammarata e contrastarla nelle iniziative che andavano contro la città".
"Ho sentito il dovere esattamente un anno fa - continua Faraone - di fare di più per la mia città, candidandomi a sindaco di Palermo. Alla prima seduta utile rassegnerò le mie dimissioni da capogruppo del Pd e da consigliere comunale per preparare al meglio questa nuova stagione di proposta. In questo anno ho girato in lungo e in largo la città, ho ascoltato tanti palermitani, ho raccolto idee, sogni e bisogni. Ma c'é ancora tanto da fare. I prossimi mesi mi serviranno, per definire squadra, programmi e obiettivi".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati