Lettera di minacce a un collaboratore di Vizzini

Recapitata una busta a Vito Onesti: conteneva una mappa con due croci disegnate. L’episodio denunciato alla questura

PALERMO. Una denuncia contro ignoti è stata presentata alla Questura di Palermo da Vito Onesti, collaboratore del senatore Carlo Vizzini e attivista dell'associazione Mafiacontro promossa dallo stesso parlamentare del Pdl, dopo che gli è stata recapitata una lettera dal contenuto intimidatorio. Onesti ha riferito di avere trovato nella cassetta postale della sua abitazione una busta con la mappa del parco della Favorita dove è stato segnato il sentiero podistico che lui e il senatore Vizzini sono soliti percorrere nei fine settimana per fare jogging. Sulla busta anche due croci disegnate con un pennarello e la scritta "sbirri".
La lettera è giunta alla vigilia dell'iniziativa promossa dall'associazione Mafiacontro che domani esporrà uno striscione sul Monte Pellegrino con una scritta in cui si invita Santa Rosalia, patrona della città, a liberare Palermo dalla mafia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati