Sicilia, Qui Palermo

Esonerato Pioli, squadra affidata a Mangia

La decisione può rappresentare anche una sorta di chiarimento tra Zamparini e il suo direttore sportivo, Sean Sogliano, che dopo il calciomercato sembrava addirittura potesse lasciare l’incarico per delle incomprensioni

PALERMO. Stefano Pioli non è più l’allenatore del Palermo. La notizia era nell’aria già da 48 ore e l’ex tecnico del Chievo si anche trovato nella situazione paradossale di condurre gli allenamenti degli ultimi due giorni, sapendo di essere già arrivato al capolinea. Il presidente Zamparini ha ufficializzato la sua decisione in questa serata, poche ore dopo la conclusione del calciomercato.
E il numero uno del club rosanero ha anche annunciato il nome del successore che è l’allenatore della Primavera Davis Mangia. Proprio questa decisione può rappresentare anche una sorta di chiarimento tra Zamparini e il suo direttore sportivo, Sean Sogliano, che dopo il calciomercato sembrava addirittura potesse lasciare l’incarico per delle incomprensioni. È stato Sogliano, infatti, a portare a Palermo Mangia da Varese. Il tecnico vince così la concorrenza di Mutti e Marino anche se lo stesso Zamparini ha ammesso che i suoi obiettivi erano Delio Rossi e Claudio Ranieri.
"Ho affidato la squadra a Mangia, nell'attesa che Delio Rossi si decida e scelga di tornare sulla panchina del Palermo. Come lui, anch'io mi sono preso una 'pausa di riflessione' e ho affidato la squadra a Mangia". Così Maurizio Zamparini ha motivato la scelta di affidare la squadra rosanero all'allenatore della Primavera, togliendola dalle mani di Stefano Pioli che era stato ingaggiato dal Palermo solo un paio di mesi fa. "Se Mangia dovesse guidare la squadra verso un clamoroso successo contro l'Inter, magari continuerà - ha aggiunto Zamparini - altrimenti io aspetterò Rossi. E così anche i palermitani saranno contenti". Rossi ha già però detto di non voler tornare al Palermo. Già da un paio di giorni, Pioli era in bilico e aveva continuato a dirigere gli allenamenti quasi pro-forma. La soluzione Mangia era molto gradita al ds Sean Sogliano che, nella passata stagione, lo ha avuto alle proprie dipendenze nel Varese, sempre alla guida della Primavera. Domani, in occasione della presentazione dei tre nuovi acquisti del Palermo Zamparini avrà modo di chiarire le proprie scelte. Intanto stasera il presidente ha inconrato nei suoi uffici allo stadio Barbera i due senatori, Miccoli e Migliaccio, ma all'uscita i tre protagonisti si sono nascosti dietro un "no comment".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati