Lampedusa, rivolta nel centro di accoglienza

Dopo la protesta di ieri pomeriggio disordini durante la notte nel Cpa: feriti un carabiniere e un finanziere. Gli immigrati si oppongono al rimpatrio

LAMPEDUSA. Sono rientrati nel centro di accoglienza di Lampedusa nella notte i 160 tunisini che ieri per protesta avevano bloccato l'entrata del molo Favaloro perché non vogliono essere rimpatriati. I migranti si sono pacificamente fatti riaccompagnare all'interno del centro di accoglienza di contrada Imbriacola a bordo di pullman. Nel Cpa però vi sono stati poi altri disordini e un carabiniere ed un finanziere sono rimasti feriti e hanno avuto bisogno delle cure dei medici del poliambulatorio. Solo in tarda notte, è tornata la calma all'interno del centro dove sono stati impegnati tutti gli uomini disponibili di carabinieri e guardia di finanza per sedare la rissa. La protesta degli immigrati è nata dopo che alcuni di essi hanno ricevuto telefonate da compagni che erano stati rimpatriati in Tunisia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati