Tzorvas è il nuovo portiere

Il successore di Sirigu è l numero uno della nazionale greca. Lascia il Panathinaikos

PALERMO. Alexandros Tzorvas sarà il nuovo portiere del Palermo. È fatta per il numero uno della nazionale greca e del Panathinaikos che sarà, dunque, il successore di Sirigu. Arriverà a Palermo per una cifra poco sotto il milione di euro. Già domenica sarà in città per le consuete visite mediche.La scelta di puntare dritto sul greco è stata presa dopo che il ds Sogliano ha effettuato un ultimo tentativo con il Chievo per Sorrentino. Il dirigente dei rosa ha formulato ieri mattina l'ennesima offerta al collega Sartori. Rifiutata, anche questa, come le altre delle scorse settimane.
Finisce così una telenovela lunga più di un mese. Sorrentino resterà al Chievo, nonostante abbia espresso ripetutamente la volontà di trasferirsi a Palermo, ultimo treno - per sua stessa ammissione - per il salto di qualità in carriera. Ha vinto il club veneto, che ha continuato a tenere alta la richiesta per privarsi del proprio estremo difensore. Dopo i tanti nomi fatti in queste settimane (da Sorrentino a Ujkani passando per Rafael eStorari) è Tzorvas, quindi, il nuovo portiere dei rosa. Prodotto del vivaio del Panathinaikos, gioca con la squadra ateniese dal 2008, dopo aver girovagato per la Grecia per diverse esperienze in prestito. È un portiere di esperienza e affidabilità che ha disputato diverse edizioni di Champions ed Europa League, oltre ad aver collezionato 13 presenze con la nazionale greca. Viene considerato l'erede di Antonis Nikopolidis, il portiere leader della Grecia campione d'Europa nel 2004.
E arriverà con una valigia carica di entusiasmo e motivazioni. Perché Tzorvas ha 29 anni, è nel pieno della carriera e ha deciso di non rinnovare il contratto con il Panathinaikos proprio per tentare l'esperienza all'estero. E il campionato italiano sarà la sua nuova casa. Non sarà il primo estremo difensore greco a disputare la serie A ma spera di lasciare un’impronta più efficace dei suoi predecessori (Eleftheropoulos, che ha giocato con Ascoli, Messina e Siena e Katergiannakis, portiere del Cagliari, ricordati più che per le prodezze in campo, per le papere e le tante panchine collezionate). Con l'arrivo del greco, adesso i portieri in rosa sono quattro. Benussi, Rubinho, Brichetto e, appunto, Tzorvas. Con quest'ultimo destinato ad indossare i guantoni da titolare e Brichetto che sarà ancora il terzo nel ruolo, saranno Benussi a Rubinho a "contendersi" la permanenza a Palermo. Rubinho ha poco mercato per via dell'alto ingaggio percepito e per questo potrebbe restare come "dodicesimo". Mentre a fare le valigie sarebbe Benussi, per cui non mancano le richieste.
A centrocampo, è sempre caldissimo il nome di Franco Vazquez. La trattativa per il fantasista del Belgrano è ben avviata, ma come spesso avviene per i sudamericani, si preannuncia "complicata". Perché il cartellino di Vazquez è frazionato fra il Belgrano e gli agenti del giocatore e il Palermo dovrà quindi trovare l'accordo con tutte le parti in causa. Ma il Palermo resta in pole per acquistare il calciatore. L'argentino potrebbe arrivare subito, come spera la dirigenza rosanero, ma il suo trasferimento potrebbe slittare anche a gennaio, su richiesta del Belgrano, che vorrebbe tenerlo almeno fino a dicembre, cioè fino al termine del campionato di Apertura argentino.
In uscita, ufficializzato l'addio di Cassani (prestito con "obbligo" di riscatto ad una cifra poco superiore i 4,5 milioni, stessa formula del trasferimento di Cavani al Napoli), c'è un interesse del Siena per Pablo Gonzalez. Parola del ds dei toscani Perinetti, che ha ammesso di pensare all'argentino ex Novara come rinforzo per l'attacco. E il Palermo potrebbe anche pensare alla cessione dell'attaccante argentino.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati