Palermo, il Ponte dell'Ammiraglio da valorizzare

Il Ponte dell'Ammiraglio è un monumento di grande valore. Un monumento abbandonato a se stesso, e non valorizzato. Anche il critico d'arte Philippe Daverio durante l'evento garibaldino ha elogiato il Ponte dell'Ammiraglio. Il monumento è una testimonianza dell'architettura normanna. Il Ponte medievale è il più antico Ponte di pietra che sia stato costruito dopo la caduta dell'Impero Romano. Il Ponte fu costruito da Giuseppe di Antiochia, ammiraglio del Ruggiero II. Il Ponte ha 11 archi acuti, l'uso di archi acuti permetteva al Ponte di sopportare carichi pesanti, e anche l'apertura d'archi minori tra le spalle di quelle grandi consentiva un alleggerimento della struttura e della pressione del fiume. Sotto il Ponte non passano più le acque dell'Oreto, il cui corso è stato deviato. Nella campagna vicino al Ponte nel 1860, Garibaldi e i suoi mille si scontrarono contro i Borboni, episodio ricordato da una lapide. La lapide è stata distrutta dai vandali. Nell'anniversario dei 150 anni dell'unità d'Italia bisognava inserire nelle mostre fotografie e documenti del monumento per spingere i turisti a visitarlo. Bisognerebbe riqualificarlo e ristrutturarlo, curare il giardino piantando nuove piante e migliorare l'illuminazione.
Anna Marchese, Palermo

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati