Regione,bufera all'ufficio stampa: 21 giornalisti rischiano il posto

Alla base dello scontro con il presidente Lombardo, la richiesta alla giunta da parte dei 21 capiredattori dell'aumento di stipendio e degli arretrati. Il governatore sta pensando di smantellare la struttura

PALERMO. Si è aperto uno scontro senza precedenti a Palazzo d’Orleans fra Lombardo e l’ufficio stampa. Il presidente starebbe valutando la possibilità (dal punto di vista giuridico) di smantellare la struttura e licenziare i 21 giornalisti.
Due micce hanno acceso lo scontro. La prima risale a qualche settimana fa, quando i giornalisti dell’ufficio stampa hanno chiesto in forma ufficiale alla giunta l’aumento di stipendio e gli arretrati frutto del rinnovo del contratto nazionale (formalmente scattato nel 2004). La spesa per i 21 capiredattori assunti da Cuffaro per chiamata diretta sarebbe, secondo alcuni assessori, di 600 mila euro. Ma il Comitato di redazione dell’ufficio stampa precisa che «l’adeguamento contrattuale costerebbe 200 mila euro. È un fatto legittimo, visto che c’è un rinnovo del contratto di categoria che non viene applicato».
Lombardo ha negato aumenti e arretrati, rinviandoli a una trattativa sul contratto integrativo. La seconda miccia che ha fatto esplodere lo scontro è stata la diffusione all’esterno di una direttiva interna con cui il presidente ha chiesto di limitare in rassegna stampa la riproduzione degli articoli più aggressivi su Palazzo d’Orleans. L’uscita della notizia ha mandato su tutte le furie Lombardo, che adesso starebbe valutando l’ipotesi di slealtà professionale da addebitare a tutti o alcuni dei giornalisti dell’ufficio stampa.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati