Etna, nuova eruzione e ritardi all'aeroporto di Catania

Dalle 6, per tre ore, il nuovo cratere di sudest che si sta creando dalla base della vecchia 'bocca', ha fatto registrare un'intensa attività strombloliana, con fontane di lava incandescente

CATANIA. Nuova eruzione lampo sull'Etna: dalle 6, per tre ore, il nuovo cratere di sudest che si sta creando dalla base della vecchia 'bocca', ha fatto registrare un'intensa attività strombloliana, con fontane di lava incandescente, accompagnata da emissione di cenere nera che il vento ha sospinto in direzione sud-ovest, nella zona della Piana di Catania. Gli esperti dell'Ignv di Catania hanno registrato anche la fuoriuscita di materiale magmatico, con colate che si sono dirette nella desertica Valle del Bove. L'attività dell'Etna ha interferito con quella dell'aeroporto di Catania, che è rimasto comunque sempre operativo, ma l'obbligo di atterraggio e decollo dal mare e la limitazione dello spazio aereo hanno provocato dei ritardi nei voli. L'unità di crisi della Società aeroporti di Catania segue l'evolversi della situazione in contatto con l'Ingv etneo e la Protezione civile.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati