Moto contro un muro, muore a 36 anni

L’incidente nella zona di via Perpignano a Palermo. La vittima è Maximilian Vinci. Altro incidente alla Favorita, grave un giovane di 21 anni

PALERMO. Ancora sangue sulle strade cittadine, con un morto in un incidente e un ragazzo in fin di vita in un altro. Stavolta l’epilogo peggiore è toccato a Maximilian Vinci di 36 anni, che risiedeva in Germania, ma che da alcuni giorni era a Palermo. A bordo del suo T Max Yahama ha imboccato una curva tra via Belvedere e via Portello, nella zona di via Perpignano, ed ha finito la sua corsa contro un muro: l’impatto è stato violentissimo. È rimasto schiacciato tra il potente scooter e il muro. La moto è finita anche contro un palo dell'illuminazione pubblica inesorabilmente spento. Chissà, forse anche questa la causa dell'impatto che ha provocato la morte del motociclista. La plafoniera del palo è rimasta attaccata. Forse, dicono gli investigatori, con l'urto sarebbe venuta giù. Indizi, ipotesi. L’ennesimo incidente mortale ha gettato nello sconforto l’intera zona, con molti parenti - a cominciare dai genitori - che si sono stretti attorno alla moto e al corpo schiacciato nell’urto. Sul posto sono intervenuti gli operatori del 118 che hanno cercato in tutti i modi di rianimare l'uomo. Ma non c'è stato nulla da fare. Ai vigili urbani dell'Infortunistica è toccato il compito di eseguire tutti i rilievi per stabilire le cause dell'ennesimo incidente mortale nel capoluogo. Sul posto è arrivato il medico legale e il magistrato di turno. Saranno loro a stabilire se ci sono responsabilità.
Nella notte tra mercoledì e giovedì, alla Favorita, un altro incidente ha provocato il grave ferimento di un ventenne: un'auto ha cominciato a sbandare e, dopo un drammatico testacoda, si è schiantata contro un muretto alla Favorita. Nell'impatto è rimasto gravemente ferito Vittorio R. di 21 anni. Miracolosamente illeso il conducente, Marco S., anche lui di 21 anni. Il ferito è stato trasportato a Villa Sofia dove i medici ne hanno disposto il ricovero con riserva sulla vita. I due giovani erano a bordo di una Mini Cooper (ora sequestrata) e stavano percorrendo viale Ercole all'altezza del curvone, subito dopo il piazzale dei Matrimoni, per cause ancora da accertare, il conducente ha perso il controllo del mezzo, che si è schiantato contro il muretto che delimita un campo da golf.
E sempre ieri in viale Regione Siciliana intorno alle 11.30 c'è stato un altro incidente. Una moto di grossa cilindrata con in sella Francesco Paolo C. di 26 anni stava percorrendo la carreggiata centrale in direzione di Trapani quando nei pressi di piazzale Lennon, il giovane è caduto sull'asfalto. Non è chiara la dinamica, il centauro è stato trasportato al Cervello, non è in pericolo di vita.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati