Mazara del Vallo, scout di Padova in un terreno confiscato

MAZARA DEL VALLO. Dieci scout di Padova parteciperanno alla raccolta dell'origano in un terreno confiscato alla mafia e affidato alla fondazione San Vito della Diocesi di Mazara del Vallo. I ragazzi veneti hanno dato il cambio al gruppo parrocchiale di Treviso che nel bene sottratto ai boss ha svolto un campo d'impegno sociale. I dieci ragazzi durante l'anno sono stati protagonisti di un percorso di legalità consistito nello studio del fenomeno mafioso e in un incontro con l'ex pm Gherardo Colombo. "Durante le nostre assemblee regionali in Veneto potevamo scegliere la Sicilia o altre regioni e noi abbiamo scelto questa realtà, anche per la sua posizione di frontiera", spiega uno dei due capo clan, Luisa Betto.               "Piantammo l'origano nel 2005 - spiega don Francesco, a capo della fondazione - dopo che il Comune di Castelvetrano ci affidò il bene. Da pochi anni raccogliamo i frutti della terra come questo origano che profuma di legalità".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati