Telefonata tra Bossi e Berlusconi: troviamo sempre il modo di andare avanti

Il leader della Lega non rivela i dettagli del colloquio ma afferma: "Stiamo facendo delle cose per tenere in piedi il paese"

CALALZO. Umberto Bossi si è detto ottimista sul futuro del governo perché, ha risposto ai giornalisti a Calalzo, "vedo che alla fine troviamo sempre una via giusta, la via possibile che ci fa andare avanti". Il segretario della Lega ha riferito di aver sentito telefonicamente Berlusconi, senza rivelare i dettagli del colloquio. "Stiamo facendo delle cose per tenere in piedi il paese", ha aggiunto.
"Il punto debole della manovra sono gli enti locali". Così il segretario della Lega Nord Umberto Bossi ha risposto ai giornalisti rispondendo ad una domanda sui possibili miglioramenti alla manovra. "Dopo aver salvato le pensioni- ha aggiunto - si può trovare una via più completa per gli enti locali".
Sull'ipotesi di aumento dell'iva, Bossi ha confermato il suo scetticismo: "Qualche dubbio ce l'ho - ha spiegato - temo che se si tocchi l'iva i commercianti fanno aumentare i prezzi e dicono che è colpa del governo che ha aumentato le tasse. Sono cose pericolose e dobbiamo stare molto cauti".
E ancora: dopo averlo definito 'Nano di Venezia' al comizio di ferragosto, Umberto Bossi ha telefonato al suo collega ministro Renato Brunetta per scusarsi, come ha riferito a Calalzo lo stesso leader della Lega Nord. "Io stimo Brunetta - ha affermato conversando con i giornalisti - lui si è offeso e gli ho telefonato per chiedergli scusa, a volte le parole scappano, la politica in certi momenti si scalda".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati