Valore del territorio, boom delle Madonie

Ecco i risultati di una ricerca dell'Ufficio Studi della Camera di commercio di Monza e Brianza. Le montagne siciliane vengono prima di Versilia e Costa Smeralda

MILANO. Chianti batte costiera amalfitana. E le montagne siciliane delle Madonie vengono prima di Versilia e Costa Smeralda. Lo sostiene una ricerca dell'Ufficio Studi
della Camera di commercio di Monza e Brianza sul 'valore di brand' dei più famosi paesaggi italiani. Secondo l'indagine - basata sul valore economico del territorio, la conoscibilità e il flusso di visitatori, la spesa dei turisti stranieri, le imprese ricettive e il prezzo medio degli immobili - l'immagine da cartolina delle più conosciute colline toscane avrebbe un 'valore di brand' di quasi 4 miliardi di euro (esattamente 3,95). Segue appunto la Costiera amalfitana (3,5 miliardi) e, piuttosto staccata, la Riviera romagnolo-marchigiana (2,3 miliardi).
Lo studio, che segue quello già dedicato ai molto più sfruttabili monumenti (vinceva il Colosseo con un valore di 91 miliardi di euro), riserva alcune notevoli sorprese. Al quarto posto si collocano infatti le Madonie che, con un valore di brand di due miliardi di euro, battono la Versilia, quinta con 1,9 miliardi, e la Costa smeralda, sesta a quota 1,4 miliardi. Nella ricerca della Cdc di Monza e Brianza - che ha utilizzato l"Anholt brand index' su dati Registro Imprese, Istat, Agenzia del Territorio, Regione Lombardia e Banca d'Italia - al settimo posto si piazza il Salento, poi la 'grande Brianza' che comprenderebbe anche il Lago di Como, le Cinque Terre. Nella 'top 12' c'é anche l'Aspromonte che, con un valore stimato del suo paesaggio di 538 milioni di euro, precede il Monferrato che, secondo lo studio, in Piemonte batterebbe quindi le Langhe per 'valore' del suo brand.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati