Sicilia, Politica

Palermo, Marianna Caronia si dimette da vicesindaco

Il vicesindaco di Palermo, dopo le polemiche degli ultimi giorni, lascia il suo posto in giunta. Alcuni giorni fa il sindaco Diego Cammarata le aveva tolto la delega di assessore all'Ambiente

PALERMO. Il vicesindaco di Palermo, Marianna Caronia, (Pid), ha annunciato le proprie dimissioni dalla carica. Alcuni giorni fa il sindaco Diego Cammarata le aveva tolto la delega di assessore all'ambiente.
"Non intendevo fare il vicesindaco per avere un ruolo di facciata - ha detto  Marianna Caronia -. Il sindaco Cammarata ha avuto un atteggiamento nei mie confronti incomprensibile: non è stato corretto che mi sia stata tolta la delega all'ambiente - aggiunge - soltanto perché avevo chiesto ragguagli sulla prosecuzione di un attività importante per la città come la videosorveglianza delle discariche".
"Non è stata fatta una sola delle cose che riteniamo utili per la città e non resto a scaldare la sedia", sbotta in una conferenza stampa.
"Ribadisco la mia fiducia al ministro Romano, coordinatore nazionale del Pid - sottolinea - ma non condivido l'operato del coordinatore provinciale Matteo Graziano al quale chiedo di dimettersi dall'incarico. Ha fatto credere che il partito mi avesse scaricato ma non è stato cosi".
"Ritornerò adesso a fare il parlamentare a tempo pieno interessandomi soprattutto dei problemi della città. – annuncia -. Per quanto riguarda il sostegno del Pid a Cammarata mi rimetto alle decisione del partito ma serve coerenza nei comportamenti dei rappresentanti locali".

La delega all'Ambiente era passata da Caronia all'assessore Michele Pergolizzi.
"Voglio che su una delega cosi delicata e importante come quella dell'Ambiente - aveva sottolineato il sindaco - ci sia la serenità necessaria per compiere le scelte che occorrono. L'assessore Caronia ha svolto l'incarico con grande attenzione e passione, ma questa vicenda rischia di distrarla da tutti gli altri importanti compiti istituzionali che le sono affidati".
Dietro allo scontro che ha portato alle dimissioni da vicesindaco di stamattina vi è l'azzeramento da parte di Cammarata di due bandi sponsorizzati da Caronia, che è anche parlamentare regionale eletta nelle fila del Mpa e poi passata al Pid: quello sulla videosorveglianza delle discariche abusive e quello sugli stage formativi per il recupero di una cava abbandonata a Cruillas.
"Mi è sembrato che sulla vicenda della videosorveglianza delle discariche abusive - aveva detto il sindaco - si siano fatte troppe polemiche e spesso anche inutili, in un ambito in cui, invece, occorre al contrario, operatività e concretezza".
Nei giorni successivi Caronia aveva invocato l'intervento del Pid che aveva chiesto un vertice di maggioranza. Poi è anche intervenuto il coordinatore nazionale del Pid Saverio Romano, invitando a rasserenare i toni: "Sarà salutare alla ripresa delle attività una serena riflessione per riprendere il cammino della piena collaborazione nell'interesse della città".
Caronia aveva convocato una conferenza stampa poi annullata dopo l'intervento del suo leader. Ieri la nuova convocazione dei giornalisti per oggi e la decisione di dimettersi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati