Un disciplinare per il gambero siciliano Dop

PALERMO. I gamberi rosso, viola e rosa di Sicilia saranno presto Dop. E' infatti in fase di definizione il progetto "Ricerca dei limiti ambientali, alieutici e di filiera allo sfruttamento del gambero" realizzato nell'ambito del programma "Innovazione dei Distretti" e promosso dalla Regione siciliana e dal ministero dello Sviluppo Economico. "Il gambero rappresenta il 21% del nostro pescato - ha spiegato il presidente del distretto produttivo della pesca, Giovanni Tumbiolo - e il 40% del nostro fatturato, ma possiamo fare di più. Subiamo la concorrenza dal Sudamerica, Cina e dai mari del nord". Il progetto, di cui il distretto della Pesca è capofila, ha il supporto scientifico dell'Ispra, del parco Scientifico e tecnologico della Sicilia, l'università di Palermo e l'istituto zooprofilattico. L'obiettivo è stato quello di identificare i limiti ambientali della pesca del gambero nonche" la resa, il danneggiamento degli attrezzi e i limiti commerciali e di filiera come la temperatura di congelamento, il packaging e lo stoccaggio. Dopo questa fase, si è proceduto alla formulazione di linee guida e la messa a punto di nuove attrezzature come i dispensatori automatici di metabisolfito o altri batteriostatici per evitare l'annerimento del gambero. "Sono dei passi fondamentali - prosegue Tumbiolo - per la creazione di un marchio Dop attraverso il disciplinare. Ciò per dare la giusta dignità al prodotto siciliano".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati