Cantiere distruggeva muri a secco iblei: cinque denuncie

MODICA. Un cantiere abusivo privo di autorizzazioni nel territorio di Modica, dove si procedeva alla distruzione dei tipici 'muri a secco', è stato scoperto dagli uomini della guardia di finanza che hanno denunciato cinque persone.    I finanzieri hanno appurato che, con l'utilizzo di una pala meccanica e una ruspa, venivano effettuate demolizioni di opere vincolate, come i tradizionali muri a secco e le muraglie secolari. Le opere, traccia del tradizionale sistema agricolo ragusano sono parte integrante del tessuto antropologico delle popolazioni iblee e considerate rappresentative dello sviluppo della società rurale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati